Il cineasta è sicuro: il rinvio legato all’emergenza sanitaria migliorerà la qualità dei prossimi cinecomic.

A causa dell’emergenza sanitaria globale, i Marvel Studios così come tante altre case di produzione sono stati costretti a rinviare i propri film, apportando sostanziali modifiche al calendario delle prossime uscite.

Il 2020 vedrà dunque l’uscita di un solo cinecomic, Black Widow (sempre nella speranza che la situazione non peggiori), inizialmente previsto per lo scorso aprile e ora fissato a novembre. Di conseguenza, tutti gli altri film hanno subìto uno spostamento: Eternals a febbraio, Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli a maggio, e così via.

Every new Marvel movie and TV show set to be released in 2020 ...

Il progetto che più di tutti ne ha risentito è stato Doctor Strange nel Multiverso della Follia: annunciato nella scorsa edizione del San Diego Comic-Con, il film con Benedict Cumberbatch ha dapprima perso il regista Scott Derrickson (che ha abbandonato per le solite “divergenze creative”), poi è stato spostato al novembre 2021 dopo una release iniziale del maggio dello stesso anno; a bordo del progetto è salito Sam Raimi in cabina di regia, per poi essere nuovamente posticipato al marzo 2022, dopo l’arrivo di Thor: Love and Thunder.

Insomma, non una vita facile. Eppure tutti questi spostamenti faranno bene ai film Marvel, secondo l’ex regista Scott Derrickson, che si è più volte lamentato della troppa fretta con cui le case di produzione realizzano i propri film, arrivando anche a scrivere su Twitter che “le date d’uscita programmate sono la morte del cinema d’autore”.

Scott Derrickson sul suo probabile sostituto Sam Raimi: "Che ...

Il cineasta, infatti, ha lodato i Marvel Studios per la scelta di posticipare la produzione del primo Doctor Strange solo per permettere al protagonista Benedict Cumberbatch di partecipare alle riprese, facendo notare come film quali Blade Runner sono così visivamente spettacolari poiché il team creativo aveva approfittato, negli anni ’80, di uno sciopero generale per migliorare il proprio comparto visivo.

Il regista conclude affermando: “Il rinvio di tutte queste date migliorerà la qualità generale dei film, che avranno più tempo per la sceneggiatura e lo sviluppo di design e scenografie”.

Lascia un commento