Il personaggio di Michelle “MJ” Jones (interpretata da Zendaya) ha subìto un radicale cambiamento nei nuovi film di Spider-Man ambientati nell’Universo Cinematografico Marvel rispetto ai film di Sam Raimi prodotti a inizio millennio dalla Sony Pictures.

In Spider-Man: Homecoming veniamo a conoscenza di una certa Michelle, che entro la fine della pellicola si farà chiamare con le iniziali di nome e cognome, che guardacaso formano il binomio MJ. Un cambiamento piuttosto notevole, ma non unico, vista la gran quantità di differenze tra i personaggi del film e le loro controparti cartacee (la zia May di Marisa Tomei o il Flash Thompson di Tony Revolori). È evidente come i Marvel Studios abbiano voluto ridisegnare completamente tutti i comprimari intorno a Peter Parker (Tom Holland), vuoi per differenziarsi dalle incarnazioni precedenti o vuoi per creare qualcosa di nuovo e fresco.

Spider-Man 3: Zendaya conferma il suo ritorno come MJ

Zendaya, giovane attrice e cantante proveniente dai reparti di Disney Channel, ha raccontato in una lunga intervista per Variety le sue sensazioni sul personaggio di MJ nel nuovo Spider-Man e, soprattutto, come sia incredibilmente stimolante passare dalle produzioni televisive Disney come A tutto ritmo ai film ad altissimo budget dell’MCU.

Spider-Man: Homecoming è stato uno dei primi film a cui ho partecipato al di fuori di Disney Channel. E sì, non avevo molto da fare nel primo film, ma ero entusiasta di essere stata coinvolta. Sono stata fortunata, perché avevano già intenzione di riscrivere il personaggio e di trasformarla in una nuova versione di ciò che l’originale Mary Jane rappresentava nei fumetti, ma facendolo a modo nostro e nel contesto del Marvel Cinematic Universe.

La cantante ha poi spiegato quanto fosse felice del tipo di ruolo previsto dagli studios per MJ:

Quando sono stata ingaggiata era già prevista nella sceneggiatura la presenza di una ragazza intelligente, veloce, sveglia e un po’ eccentrica, fuori dagli schemi diciamo. Mi sono divertita un sacco ad interpretarla. Mi piace essere in grado di fare anche delle commedie e cose non troppo pesanti.

Infine, Zendaya ha ammesso di aver avuto difficoltà a recitare in Spider-Man: Far From Home senza conoscere buona parte della sceneggiatura, a causa dei numerosi spoiler riguardanti Avengers: Endgame che essa conteneva. Metà della storia veniva tenuta nascosta ai membri del cast, fino all’uscita dell’ultimo film sui Vendicatori.

È una produzione enorme. È molto diversa da Euphoria, che al contrario è più intima e a cui puoi dedicare più tempo. Mentre Spider-Man è una cosa molto più grande. Ci sono così tanti segretinon hai nemmeno la possibilità di leggere metà della sceneggiatura perché, all’epoca, c’erano troppi spoiler di Endgame e di tutte queste cose. È come se non sapessi davvero quello che stai facendo. È un progetto così grande che ti chiedi ‘Lo scoprirò solo quando andrò in sala a vedere il film.’

Diretto da Jon Watts, Spider-Man 3 arriverà nelle sale cinematografiche il 5 novembre 2021.

Nel cast torneranno Tom Holland (Peter Parker/Spider-Man), Marisa Tomei (zia May) Jacob Batalon (Ned Leeds) e Zendaya (Michelle “MJ” Jones).

Spider-Man 3 fa parte della Fase Quattro dell’Universo Cinematografico Marvel. Leggi il nostro speciale!

Lascia un commento