Anthony Mackie rivela nuovi dettagli sulla prima serie televisiva dell’MCU.

The Falcon and the Winter Soldier sarà la prima serie televisiva prodotta dai Marvel Studios in completa autonomia dalla sezione di Marvel Television, autrice invece di serie considerate meno “canoniche” come Agents of S.H.I.E.L.D., RunawaysCloak & Dagger.

Nonostante l’emergenza sanitaria abbia bloccato le riprese (e quindi un ritardo sarà inevitabile, su una data d’uscita inizialmente prevista per agosto di quest’anno), il protagonista Anthony Mackie è fiducioso nella ripresa a breve dei lavori e ha descritto il modo in cui gli studios si sono approcciati alla produzione di uno show.

È davvero particolare. La stiamo girando come se fosse un film… tutti quelli che hanno lavorato nel settore televisivo, sul set dicevano “Non ho mai lavorato ad una serie come questa“. Il modo in cui la giriamo, è esattamente uguale a quello che usiamo per i film. Potremmo addirittura considerarlo un film tagliato in piccole parti, in piccoli episodi. Quindi invece di un film da due ore, sarà come un film da sei o otto ore.

Riguardo il blocco delle riprese, l’attore ha spiegato:

Stavamo girando in Europa, dove la situazione è precipitata per prima, perciò ci hanno fatto interrompere un paio di settimane prima del lockdown in America. È stato strano… pensavo “Sono la Marvel, possono girare per sempre”, ma in realtà non è stato così. Devo dire che è stata un’esperienza diversa, ma allo stesso tempo divertente.

Quei film sono come delle vacanze estive, chiunque vorrebbe andarci e chiunque si diverte. Con questa serie non è stato diverso. Era lo stesso gruppo di lavoro, riunito per far funzionare le cose nel migliore dei modi. Le scene d’azione, le scene acrobatiche, sono davvero su un altro livello, si spingono oltre i limiti mai toccati da qualunque serie. E, toccando ferro, torneremo presto al lavoro.

Che ne pensate? Quanto attendete di vedere The Falcon and the Winter Soldier?

Lascia un commento