Al termine della prima pellicola del 2016 dedicata al Mercenario Chiacchierone, abbiamo avuto subito la conferma che un sequel fosse in lavorazione. Difatti, non appena due anni dopo, uscì nelle sale Deadpool 2, per la gioia di tutti noi fan di Wade Wilson, me in primis.

Sono passati oramai due anni e non abbiamo praticamente nessuna informazione su un eventuale terzo capitolo, complice anche l’acquisizione della 20th Century Fox (ora 20th Century Studios) da parte di The Walt Disney Company. Dobbiamo quindi sospettare che non rivedremo più Ryan Reynolds nei panni dell’antieroe di casa Marvel?

Deadpool 2: Ryan Reynolds svela la "stupida" idea originale

Bob Iger, CEO di Disney, ha confermato nell’agosto 2019 che tutti i personaggi acquisiti dalla Fox (X-Men, Fantastici 4, Deadpool ecc.) sono supervisionati da Kevin Feige, mastro burattinaio dietro all’intero Universo Cinematografico Marvel. Questa dichiarazione, oltre a confermare che il futuro del mercenario è in lavorazione, sottolinea anche la volontà di voler introdurre Deadpool nell’MCU.

Questo però fa sorgere un dubbio: avremo un reboot della saga, visto che il personaggio non fa parte della continuity cinematografica degli Avengers?

Assolutamente no. Sempre Bob Iger, dichiara che: “ci sarà una sola Marvel, tutti i film faranno parte del MCU”.
Se vi state chiedendo come sia possibile, visto che molti personaggi hanno dovuto subire un recast/reboot per essere introdotti nel MCU (vedi Spider-Man o Quicksilver), vi basti pensare all’essenza del mercenario.

Abbiamo visto fin dalla sua pellicola di esordio come Wade si prende gioco della continuity degli X-Men, citando i due interpreti del Prof. X (Stewart e McAvoy) o come, nel capitolo seguente ambientato nel presente, faccia un cammeo il cast di X-Men – Dark Phoenix, ambientato negli anni ’90. Per non parlare poi delle svariate citazioni agli Avengers, come Occhio di Falco e Thanos, presenti sempre nel sequel.

Deadpool, in gergo, abbatte la quarta parete sia nei fumetti come nei film, ciò vuol dire che sa di essere un personaggio di fantasia ed ha la stessa visione “esterna” dello spettatore. È proprio questo dettaglio che rende perfetta l’introduzione del personaggio di Wade Wilson, che può banalmente “fregarsene” di cambiare universo senza aver bisogno di un reboot, magari scherzandoci anche su, cosa che accadrà al 200%, parola del sottoscritto.

Questo però fa sorgere un’ulteriore dubbio: Deadpool 3 sarà Rated-R, e cioè vietato ai minori come i precedenti?

Anche in questo caso viene in nostro soccorso Bob Iger, che dichiara: “ci sarà spazio per un film Marvel-R, fin quando saremo chiari col pubblico pensiamo di riuscire a gestirla senza problemi”.

Difatti, sia la Marvel (fumetti) sia la Disney hanno le loro sottodivisioni che si concedono la libertà di sperimentare e proporre prodotti vietati ai minori. In futuro, potremmo quindi vedere un MCU-R in cui ci verranno presentati personaggi come Deadpool e il già annunciato Blade, facenti parti della continuity degli Avengers, ma con un target diverso degli spettatori. E perché no, anche un Daredevil in futuro, magari riprendendo Charlie Cox dalla serie Netflix. Lasciatemi sognare come meglio credo.

Ho seguito le notizie sul progetto Deadpool da quando Ryan Reynolds dichiarò di essere intenzionato a riprenderne il ruolo dopo il disastroso X-Men – Le Origini: Wolverine e sono passati svariati anni prima di vedere il semaforo verde da parte di Fox, proprio perché gli sceneggiatori e lo stesso Reynolds volevano un film vietato ai minori, progetto a cui la Fox non credeva. Sarebbe stupido credere, dopo l’enorme successo delle due pellicole, che l’interprete di Deadpool accettasse di girare un sequel senza avere la libertà creativa di cui ha bisogno, oltre ad essere un suicidio commerciale da parte di Disney.

Insomma, sarebbe come cucire la bocca ad un personaggio chiamato “Il mercenario chiacchierone”.

… ah già.

Al contrario del secondo capitolo, di cui avevamo almeno la conferma che ci sarebbe stato Cable, purtroppo non sappiamo quali nuovi personaggi potrebbero far parte del futuro terzo capitolo.

Diamo pure per scontato che sia Domino (interpretata da Zazie Beets) sia Cable (interpretato da Josh Brolin) ritornino tra i co-protagonisti, così come Vanessa (interpretata da Morena Baccarin) che viene salvata nei titoli di coda, scena che gli sceneggiatori hanno confermato far parte del canon. C’è la possibilità che altri personaggi secondari riprendano i loro ruoli, come Al la cieca, Testata Mutante Negasonica, Colosso, Weasel e Dopinder, ma punterei anche qualche centesimo su personaggi marginali come Peter e l’Agente Bob, visto in un breve cameo nel primo capitolo.

Per quanto riguarda il villain, e qui siamo nel pieno campo delle speculazioni, la mia scommessa andrebbe su Nathaniel Essex, conosciuto anche come Sinistro, famoso supercattivo dell’universo X-Men, visto che l’orfanotrofio dove si svolge lo scontro finale nel secondo capitolo si chiama proprio Essex.

Altri antagonisti famosi, nei fumetti, sono: Typhod Mary, di cui però abbiamo visto una versione nella serie Iron Fist targata Netflix (interpretata da Alice Eve), Taskmaster, che però sarà già l’antagonista principale del film standalone di Vedova Nera, e T-Ray, altro mercenario come Deadpool ma totalmente agli antipodi del suo carattere, in possesso di poteri che darebbero davvero filo da torcere al nostro antieroe di quartiere.

Personalmente, spero proprio di vedere T-Ray nel prossimo film, essendo uno degli antagonisti principali del mercenario chiacchierone, ma non mi dispiacerebbe nemmeno vedere il ritorno di una X-Force riformata, magari un pochino più longeva, intenta a sventare una minaccia ben più grande rispetto a quelle viste nei film precedenti.

Il nostro speciale finisce qui. E voi quali aspettative avete per il prossimo capitolo dedicato al Mercenario Chiacchierone? Fatecelo sapere nei commenti, alla prossima!

Deadpool di Tim Miller | Recensione di Sandy

Lascia un commento