Un film dalla forte componente rosa nell’MCU.

Sebbene Scarlett Johansson sia apparsa per la prima volta nei panni di Natasha Romanoff, alias Vedova Nera, in Iron Man 2 (2010), ci sono voluti ben dieci anni perché il personaggio debuttasse al cinema con il suo primo film solista, rimandato a novembre a causa dell’emergenza sanitaria.

Black Widow: il trailer fa luce sul ruolo di Rachel Weisz

Empire Magazine ha pubblicato una nuova foto ufficiale che mostra la supereroina faccia a faccia con il villain Taskmaster, e ha rilasciato una breve intervista fatta alla protagonista della pellicola. Nell’intervista, la Johansson parla di come le cose ad Hollywood siano cambiate negli ultimi dieci anni, focalizzandosi sui temi femministi della pellicola.

Penso che questo film in particolare rifletta molto quello che sta succedendo oggi, riguardo al movimento Time’s Up e al movimento #MeToo. Sarebbe un errore se non affrontassimo queste tematiche a testa alta, un tema che sta molto a cuore alla regista Cate Shortland. Penso fosse così importante per lei fare un film su donne che aiutano altre donne nelle situazioni difficili. Qualcuno mi ha chiesto se Natasha fosse una femminista. Certo che lo è, ovvio. È una domanda assurda.

Di seguito, la nuova foto rilasciata da Empire Magazine:

Black Widow (2020)

Lascia un commento