Chadwick Boseman sarebbe dovuto tornare anche in un terzo capitolo di Black Panther.

Gli echi della morte di Chadwick Boseman sono ancora ben presenti nel mondo Marvel. In meno di un mese, due degli esponenti più importanti della Casa delle Idee sono dovuti intervenire ancora sull’argomento Black Panther per ribadire alcuni concetti fondamentali: Victoria Alonso, vice presidente esecutivo dei Marvel Studios, ha confermato che non verrà utilizzata la CGI per riportare in vita il personaggio, mentre durante il Disney Investor Day Kevin Feige, presidente degli studios, ha spiegato che il personaggio di T’Challa non subirà un recast, ma che verranno esplorati gli altri personaggi del Wakanda, facendo intuire che il personaggio scomparirà in qualche modo dall’MCU per non farvi più ritorno.

Negli ultimi giorni sono emerse alcune notizie che rendono ancora più triste la perdita di questo attore estremamente talentuoso e così amato dal pubblico. Secondo quanto riportato da The Hollywood Reporter, negli ultimi tempi Chadwick era molto debole, ma nonostante ciò aveva già iniziato a lavorare sul secondo film di Black Panther ed era convinto che avrebbe sconfitto la propria malattia. Michael Green, l’agente di Boseman, stava già negoziando con i Marvel Studios un contratto che includeva un gettone di 10 milioni di dollari per il ruolo del principe nero in Black Panther II, con un ulteriore opzione di 20 milioni di dollari per Black Panther III.

Namor o Dottor Destino: chi sarà il villain di Black Panther 2?

L’agente lo ricorda con queste parole:

Ha sempre voluto interpretare personaggi importanti o significativi. Ogni ruolo, che fosse un film o uno show televisivo, doveva rappresentare qualcosa di positivo. Mi raccontava di quando faceva parte delle squadre di dibattito, si alzava in piedi e parlava a nome di tutti. Quando è uscito 42 – La vera storia di una leggenda americana, dopo il tour promozionale ha posato insieme a Jesse Jackson. Andavano così d’accordo che sembrava fossero amici da tutta una vita, era così a suo agio.

Il suo impegno e la sua estrema sensibilità per i temi sociali e politici sono ormai riconosciuti da molti; quello che colpisce è come Boseman tenesse così tanto ai film di Black Panther. Alcuni dei suoi amici più fidati hanno dichiarato che l’attore fino a due settimane prima della morte fosse convinto di poter battere il cancro, che sarebbe sopravvissuto. Per questo è molto probabile che Boseman si stesse preparando non per uno, ma per tutti e due i sequel.

Alla luce di tutto quello che sta emergendo su questo straordinario attore che abbiamo perso troppo presto, possiamo comprendere anche l’estremo rispetto con cui tutta la produzione e Kevin Feige per primo si sono approcciati alla sua scomparsa. Gli studios stanno tentando di rendere omaggio e trattare con rispetto un personaggio a cui questo attore era così legato e che aveva amato così tanto.

Black Panther 2: i fan rifiutano un nuovo attore come sostituto di Chadwick Boseman

Diretto da Ryan Coogler, Black Panther II arriverà nelle sale cinematografiche l’8 luglio 2022.

Nel cast torneranno Letitia Wright (Shuri), Lupita Nyong’o (Nakia), Winston Duke (M’Baku) e Angela Bassett (Ramonda), insieme alla new entry Tenoch Huerta nel ruolo del villain.

Le riprese del film inizieranno a luglio 2021 presso gli studios di Atlanta, e dureranno circa 6 mesi.

Black Panther II fa parte del futuro dell’Universo Cinematografico Marvel. Leggi il nostro speciale!

Lascia un commento