I fratelli Russo svelano che la Sony Pictures era contraria al casting di Tom Holland come nuovo Spider-Man.

È davvero difficile ricordare il tempo prima dello Spider-Man di Tom Holland. L’Uomo Ragno ha avuto numerose incarnazioni cinematografiche, dall’amatissimo Tobey Maguire nella trilogia di Sam Raimi al controverso Andrew Garfield nei due capitoli diretti da Marc Webb. Ma c’è qualcosa in Tom Holland, che cattura alla perfezione lo spirito da teenager impacciato di Peter Parker e le atletiche acrobazie di Spider-Man, che lo rende perfetto per il ruolo.

Insieme alla direttrice di casting Sarah Finn, il capo dei Marvel Studios ha visionato oltre 1.500 provini, riducendo ad una shortlist di 6 attori che effettuano uno screen test con Chris EvansRobert Downey Jr., prossimi alle riprese del film. È qui che il nostro Tom mostra le proprie abilità e, soprattutto, la chimica con i due volti principali dell’MCU.

Durante un’intervista con GQ Magazine, i fratelli Anthony e Joe Russo hanno svelato che, inizialmente, la Sony Pictures era contraria al casting di Tom Holland nel ruolo di Peter Parker/Spider-Man:

Dopo i provini, abbiamo parlato con Kevin Feige e lui era assolutamente positivo. Siamo corsi alla Sony per proporre Tom nel ruolo… E loro hanno detto: “Riflettiamoci su per un minuto”. C’era della resistenza da parte dei dirigenti della Sony. Hanno voluto vedere tanti altri provini, tante altre prove di Tom, ma continuavano a puntare i piedi. Dicevano: “Abbiamo un’ottima relazione con la Marvel, voi avete il tocco magico dopo i successi di tutti questi film, quindi potete gestire la nostra proprietà”, ma in realtà erano molto nervosi all’atea di affidare un ruolo così importante ad un ragazzo così giovane. Avevano paura di perdere centinaia di milioni di dollari se non avesse avuto successo. Per fortuna, alla fine è andato tutto per il meglio.

Spider-Man: No Way Home, la trama del nuovo film Marvel

Considerando che il film affronterà le conseguenze dirette di WandaVision, possiamo affermare che Spider-Man: No Way Home avrà a che fare con pericoli e minacce provenienti dal Multiverso. È stato confermato infatti che Jamie Foxx ed Alfred Molina riprenderanno i ruoli di ElectroDoctor Octopus, villain provenienti da un’altra dimensione per dare la caccia all’Uomo Ragno, mentre è rumoreggiato (quindi ancora non confermato) il ritorno di Tobey Maguire ed Andrew Garfield nei panni dei precedenti Spider-Man, di Kirsten Dunst (Mary Jane Watson) ed Emma Stone (Gwen Stacy), ma anche di Willem Dafoe (Norman Osborn), Dane DeHaan (Harry Osborn) e Thomas Hayden-Church (Uomo Sabbia).

Dopo il finale di Spider-Man: Far From Home, in cui è stata svelata la vera identità di Peter Parker, il nostro amichevole Uomo Ragno di quartiere dovrà tentare di ripulire il proprio nome mentre affronta tutti questi nuovi nemici; nel farlo sarà affiancato dal Doctor Strange (Benedict Cumberbatch), che lo guiderà attraverso i pericoli del Multiverso.

E voi che ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti o, se preferite, sui nostri canali social.

Diretto da Jon Watts, Spider-Man: No Way Home arriverà nelle sale cinematografiche il 17 dicembre 2021.

Nel cast torneranno Tom Holland (Peter Parker/Spider-Man), Marisa Tomei (zia May), Jacob Batalon (Ned Leeds), Zendaya (Michelle “MJ” Jones), Tony Revolori (Flash Thompson) e Benedict Cumberbatch (Doctor Strange). È previsto il ritorno di Jamie Foxx nel ruolo del villain Electro (già visto in The Amazing Spider-Man 2) e di Alfred Molina nei panni di Doctor Octopus (antagonista di Spider-Man 2), insieme ad altri personaggi dei precedenti film di Spider-Man. Il resto del cast include Arian Moayed e Harry Holland.

Le riprese inizieranno sono iniziate lo scorso ottobre presso gli studios di Atlanta, e proseguiranno fino a marzo.

Spider-Man: No Way Home fa parte della Fase 4 dell’Universo Cinematografico Marvel. Leggi il nostro speciale!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.