Tom Holland difende i film Marvel e risponde a Martin Scorsese, che nel 2019 aveva criticato duramente i film tratti dai fumetti.

Come annunciato oggi, Sony Pictures e Marvel Studios vogliono lanciare una campagna per proporre Spider-Man: No Way Home agli Oscar nella categoria “miglior film” per via dell’enorme impatto che ha avuto per l’esperienza cinematografica e per il mondo del cinema. Tom Holland, interprete dell’Uomo Ragno, in un’intervista ha discusso delle presunte differenze tra i film dei Marvel Studios ed il cinema d’autore, spiegando che a suo modo di vedere (da attore che ha recitato in entrambe le tipologie di film) non esistono differenze sostanziali.

Inoltre, Holland ha lanciato una frecciatina a Martin Scorsese, che nell’ottobre del 2019 criticò duramente i film dell’Universo Cinematografico Marvel e, più in generale, i cinecomics affermando che “i film Marvel non sono cinema” e che andrebbero considerati piuttosto dei “parchi dei divertimenti“.

La posizione del regista avviò una vera e propria crociata nei confronti dei film sui supereroi che raggiuse persino cineasti come Francis Ford Coppola, Ken Loach, Pedro Almodóvar e Ridley Scott, innescando un interminabile dibattito tra i fan del genere e i sostenitori del presunto “vero cinema“.

Ecco le parole di Holland:

Puoi chiedere a Martin Scorsese “realizzeresti un film per i Marvel Studios?”, ma non ha idea di cosa siano, dato che non ne ha mai fatto uno. Io ho lavorato a tanti film Marvel, ma ho partecipato anche a film che sono entrati nelle conversazioni per potenziali Oscar e l’unica differenza, per davvero, è soltanto che uno è molto più costoso all’altro. Il modo in cui mi calo nel personaggio e lo studio nel profondo, il modo in cui in regista affronta l’arco narrativo e la storia di quel personaggio è lo stesso, ma sui scala differente. Quindi, penso che anche i cinecomic siano arte, proprio come gli altri film. Quando realizzi questi film, sai che bene o male milioni di persone li vedranno, mentre quando fai un piccolo film indie, se non è molto bello saranno in pochi a vederlo. Questo inevitabilmente porta diversi livelli di pressione. Voglio dire, puoi anche chiedere a Benedict Cumberbatch o Robert Downey Jr. o Scarlett Johansson – persone che hanno fatto quel tipo di film che sono “da Oscar” e hanno anche fatto film di supereroi – e ti diranno tutti che sono la stessa cosa , solo su una scala diversa. E c’è meno Spandex nei “film da Oscar”.

Questo il calendario aggiornato delle prossime uscite dell’Universo Cinematografico Marvel:
Moon Knight (dal 2022 su Disney+)
Doctor Strange nel Multiverso della Follia (4 maggio 2022)
She-Hulk (dal 2022 su Disney+)
Thor: Love and Thunder (6 luglio 2022)
What If…? – Stagione 2 (dall’estate 2022 su Disney+)
Ms. Marvel (dall’estate 2022 su Disney+)
I Am Groot (dal 2022 su Disney+)
Werewolf by Night (da Halloween 2022 su Disney+)
Black Panther: Wakanda Forever (11 novembre 2022, USA)
Guardiani della Galassia: Lo speciale di Natale (da Natale 2022 su Disney+)
Secret Invasion (dal 2023 su Disney+)
The Marvels (17 febbraio 2023, USA)
Echo (dal 2023 su Disney+)
Guardiani della Galassia Vol. 3 (5 maggio 2023, USA)
Ironheart (dal 2023 su Disney+)
Ant-Man and the Wasp: Quantumania (28 luglio 2023, USA)
Loki – Stagione 2 (dal 2023 su Disney+)
X-Men ’97 (dall’estate 2023 su Disney+)
Marvel Zombies (dal 2023 su Disney+)
Spider-Man: Freshman Year (dal 2023 su Disney+)
Armor Wars (dal 2023 su Disney+)
Film senza titolo (3 novembre 2023, USA)
Film senza titolo (16 febbraio 2024, USA)
Film senza titolo (3 maggio 2024, USA)
Agatha: House of Harkness (dal 2024 su Disney+)
Film senza titolo (26 luglio 2024, USA)
Film senza titolo (8 novembre 2024, USA)
Blade (prossimamente al cinema)
Deadpool 3 (prossimamente al cinema)
Captain America 4 (prossimamente al cinema)
Fantastici Quattro (prossimamente al cinema)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.