Il supervisore degli effetti speciali di Spider-Man: No Way Home rivela l’esistenza di una versione estesa dello scontro con Dottor Octopus.

Dopo una lunghissima attesa, mercoledì 15 dicembre ha debuttato al cinema Spider-Man: No Way Home, l’attesissimo cinecomic prodotto da Marvel Studios e Sony Pictures con protagonista Tom Holland (qui la nostra recensione senza spoiler)

Nel corso di una recente intervista, il supervisore dei VFX Kelly Port ha discusso della lavorazione del film, rivelando che inizialmente lo scontro sul ponte tra Spider-Man e Doc Ock durava almeno 15 minuti, dato che avevano preparato centinaia e centinaia di inquadrature con effetti visivi:

Ci sono così tante interazioni in quella sequenza che non hanno mai visto la luce del sole. Era molto più lunga, nella sua versione più estesa durava 15 minuti.

Successivamente Port ha spiegato che hanno girato questa scena nel gigantesco set interno di Atlanta con diversi blu screen lunghi più di 10 metri, in modo da mostrare il ponte nella sua interezza. Allo stesso tempo, la Digital Domain ha realizzato l’intero ambiente circostante in CGI, tra cui anche l’intera area attorno al ponte, quindi il fiume, gli alberi, diversi palazzi di Brooklyn ed altri ponti nelle vicinanze.

La mia regola è una: se possiamo girare qualcosa dal vivo, qualcosa di fisico, allora facciamolo. Abbiamo realizzato un busto della Iron Spider ed alcuni elementi del ponte come reference. Abbiamo quindi girato in esterna per riprendere il ponte […] Avevamo anche delle macchine sul set, che abbiamo implementato a quelle digitali.

Inoltre, avevamo gli artigli ed i tentacoli di Doc Ock sul set come reference. Ogni elemento fisico è stato di aiuto. Lo stesso con le esplosioni, che abbiamo realizzato sul set e che hanno reso il tutto molto più credibile.

Spider-Man: No Way Home, la trama del nuovo film Marvel

Diretto da Jon Watts, Spider-Man: No Way Home è uscito al cinema il 15 dicembre 2021.

Nel cast tornano Tom Holland (Peter Parker/Spider-Man), Marisa Tomei (zia May), Jacob Batalon (Ned Leeds), Zendaya (Michelle “MJ” Jones), Tony Revolori (Flash Thompson), Jon Favreau (Happy Hogan) e Benedict Cumberbatch (Doctor Strange). È previsto il ritorno di Jamie Foxx nel ruolo del villain Electro (già visto in The Amazing Spider-Man 2) e di Alfred Molina nei panni di Doctor Octopus (antagonista di Spider-Man 2), insieme ad altri personaggi dei precedenti film di Spider-Man. Il resto del cast include Harry Holland, Arian Moayed e Paula Newsome.

Questa la sinossi ufficiale:
«Marvel Studios’ Spider-Man: No Way Home mostra per la prima volta nella storia cinematografica di Spider-Man la sua identità rivelata, ponendo le sue responsabilità da supereroe in conflitto con la sua vita quotidiana e mettendo a rischio coloro a cui tiene di più. Quando chiede l’aiuto di Doctor Strange per ripristinare il suo segreto, l’incantesimo apre uno squarcio nel loro mondo, liberando i più potenti nemici mai affrontati da uno Spider-Man in qualsiasi universo. Ora Peter dovrà superare la sua più grande sfida, che non solo cambierà per sempre il suo futuro, ma anche quello del Multiverso».

Spider-Man: No Way Home fa parte della Fase 4 dell’Universo Cinematografico Marvel. Leggi il nostro speciale!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.